DELISI HOUSE

Tipologia intervento: Progetto architettonico di un appartamento per una giovane coppia.
Progettista: Alessio Zanzarella
Collaboratore: Marco Zanzarella
Cliente: Stefano Delisi
Localizzazione: La Spezia (SP)
Anno: 2012


CONCEPT

L’abitazione di Stefano Delisi, progettata dall’architetto Alessio Zanzarella, doveva rispecchiare lo stile di vita del proprietario, un ristoratore di La Spezia, amante del design contemporaneo e con uno stile di vita in cui il concetto di casa assolve principalmente ad una funzione di rilassamento dopo la giornata tipo, trascorsa quasi sempre interamente nell’ambiente di lavoro. La creazione di un grande living open space, che potesse dare il giusto respiro all’esigenza prioritaria di comfort, interpreta perfettamente le abitudini del padrone di casa.
Qui troviamo dei mobili bassi che circoscrivono i vari ambiti del relax (zona divano, scrittoio e tavolo da pranzo) collocati “a pettine” lungo il percorso longitudinale, caratterizzato da un ribassamento del controsoffitto di colore “verde oliva” incorniciato da un profilo illuminotecnico Viabizzuno che corre lungo il suo contorno sul piano orizzontale e sul piano verticale in prossimità della parete di fondo. L’angolo cucina comunica poi con il living, attraverso una bucatura realizzata nella sua muratura perimetrale, affacciandosi con un bancone e un set di sgabelli per la prima colazione.
Le linee orizzontali, accentuate dalla luce artificiale, percorrono lo spazio diventando verticali e ricongiungendosi ad altre linee percettive, proponendo al fruitore continui punti di riferimento e generando la sensazione di trovarsi in un luogo dilatato, ma misurato.

RENDERING

I rendering prodotti con la collaborazione del designer Marco Zanzarella, hanno rappresentato il concept e le le linee guida progettuali, costituendo un chiaro strumento per dialogare con il cliente.

MURATURA

La realizzazione della muratura è stata affidata ad una ditta locale di La Spezia. L’architetto Zanzarella ha sviluppato il piano delle demolizioni, il progetto della muratura e ha seguito quotidianamente tale fase del cantiere cercando di trasferire alle maestranze coinvolte l’importanza di rispettare al millimetro i disegni, perché, come è consuetudine nei suoi progetti, la muratura avrebbe dovuto integrarsi con gli arredi su misura.

IMPIANTI E FINITURE

L’appartamento è stato progettato in domotica, con un avanzato sistema della Bticino. La quantità dei corpi illuminanti e degli interruttori, la presenza di numerosi elettrodomestici e l’esigenza del proprietario di gestirli attraverso dispositivi smart fuori da casa, direttamente dal suo ambiente di lavoro, hanno indirizzato l’architetto Zanzarella e la ditta Epoke (ingaggiata come contract) allo sviluppo di un impianto totalmente domotico, gestibile da palmare. Il progetto illuminotecnico, attraverso la predisposizione domotica, è stato pertanto previsto con una serie di scenari che traducono perfettamente lo stile di vita di Stefano: illuminazione diffusa “spinta” per le cene con gli amici, accenti in dimmer nella zona divano per i momenti più rilassanti oppure illuminazione scenografica per accentuare la semantica architettonica di questo elegante appartamento.
I controsoffitti, con i loro abbassamenti, determinano zone “compresse” e “decompresse”, rimarcando le suddivisioni funzionali delle varie zone e svolgendo proprio una funzione quasi didattica di come può essere vissuto l’intero spazio. Le porzioni di colore “verde oliva” segnano le geometrie più importanti e sanciscono, evidenziano il fatto che questo non è un semplice progetto di ristrutturazione, ma una vera e propria COMPOSIZIONE TRIDIMENSIONALE.

ILLUMINOTECNICA

L’architetto Zanzarella ha prestato grande attenzione allo sviluppo del progetto illuminotecnico, realizzato a quattro mani con il designer Marco Zanzarella.

SU MISURA

Tutti gli arredi di “Delisi house” sono stati progettati su misura e realizzati dalla falegnameria Alvarez di La Spezia con le più moderne tecnologie di lavorazione del legno (controllo numerico, calibratrice, etc.). Il rilievo dello stato attuale è stato effettuato con fascette di legno incollate a caldo in loco, per rispettare al decimo di millimetro l’incastro dei volumi lignei e per conferire ai manufatti la massima aderenza con la muratura esistente.