UNIONE TRACCIATI DWG > AI

Capita spesso di disegnare in Autocad, che è un programma molto rigoroso da un punto di vista matematico/geometrico, per poi importare in Illustrator, software più versatile per gli abbellimenti, le colorazioni e il setting degli spessori delle linee del nostro disegno. L’importazione di un file con estensione *.dwg in Illustrator (che normalmente si effettua col comando “inserisci” dal menù “file”) non è quasi mai soddisfacente; motivo per cui sono necessari alcuni accorgimenti perché il file possa essere “lavorato” con Illustrator.
L’aspetto che tratterò in questo blog è proprio l’unione di tracciati in Illustrator, precedentemente realizzati con Autocad. Per esempio proviamo a realizzare in Autocad una geometria chiusa, il cui perimetro è una “spezzata” composta da archi di circonferenza e linee rette. Possiamo anche realizzare una “polilinea” di Autocad, ma questo non fà differenza, dal momento che Illustrator, durante l’importazione, non manterebbe la “polilinea” come un tracciato “chiuso”, ma la suddividerebbe comunque in tanti tracciati indipendenti.

Come si può vedere, dopo l’importazione in Illustrator col comando “inserisci” e dopo aver realizzato il “riempimento” dalla barra dei comandi, il risultato è anomalo. Infatti il riempimento non è esteso a tutta la geometria, ma a porzioni di essa. Questo accade perché Illustrator non riesce a chiudere automaticamente i tracciati realizzati con Autocad.
Per poterli chiudere dobbiamo adottare uno stratagemma. Cominciamo col selezionare tutti gli archi e le rette della nostra geometria e clicchiamo il comando “pittura dinamica” dal menù “oggetto”. Noteremo che nei punti cardine della selezione compariranno degli asterischi.
Successivamente selezioniamo il comando “secchiello pittura dinamica” dalla barra dei comandi, scegliamo il colore di riempimento e puntiamo all’interno della geometria. Noteremo che tutta la geometria si colora omogeneamente, a differenza di quanto era accaduto prima.
A questo punto dobbiamo intervenire sulla “pittura dinamica” che abbiamo appena creato e fare in modo che questa sia costituita solo dal “riempimento” e non dal “tracciato” del suo contorno. Per eliminare il tracciato bisogna dirigersi sulla tavolozza colori, nella sezione “traccia” e selezionare il primo quadratino che compare nella lista, cioè quello barrato con una diagonale “rossa”. Di seguito, l’ultima immagine mostra la geometria senza tracciato di contorno.

L’operazione di eliminazione del controno del tracciato è molto importante perché, il comando che utilizzeremo adesso tiene conto proprio dell’area occupata da tutte le geometrie, anche quella occupata dallo spessore delle linee. Per cui è meglio eliminare del tutto lo spessore del contorno, proprio per non inficiare la riuscita del comando. Si tratta di “converti trasparenza” che è un comando situato anch’esso nel menù “oggetto”. Selezionando la nostra geometria per intero (precedentemente “pitturata dinamicamente”, ma senza contorno) e premendo sul comando “converti trasparenza” si aprirà una finestra che dobbiamo impostare come da immagine, cioè con il valore “vettoriale” al 100%.
Dopo aver premuto “ok”, possiamo verificare nella finestra dei livelli che la nostra geometria, originariamente composta da tracciati indipendenti, è finalmente diventata un “tracciato unito”. E adesso possiamo effettuare tutte le operazioni che vogliamo: riempire, tracciare il contorno, oppure finalmente consegnare il nostro disegno ad un centro di lavorazioni, con la serenità e la tranquillità che sarà riconosciuto da tutti i software e da tutte le macchine cnc come un tracciato finalmente “chiuso”.